di Myriam Ines Giangiacomo

Nel terzo e ultimo step del 3 stage model mentor e mentee giungono alla definizione di un piano d'azione.

La fase di “piano d'azione” è conclusiva del percorso di mentoring. In questa fase, forte dei suoi nuovi apprendimenti, il mentee si avvia a lasciare il mentor e ad essere unico protagonista del proprio ulteriore cammino di autosviluppo.

E’ un momento cruciale nel quale mettere molta attenzione anche quando il mentee sembra essere completamente padrone della situazione. In ogni caso è una fase in cui i consigli vanno elargiti con molta moderazione.

Giunti a questo punto è fondamentale consolidare l'impegno al cambiamento e un monitoraggio concreto dei progressi fatti.


Anche in questa fase è bene soffermarsi su strategia e metodo del mentor.

In merito alla strategia è in questa fase che il mentor:

  • ripercorre il processo di mentoring e la relazione con il mentee
  • aiuta il mentee a condurre un'attenta analisi delle possibili azioni e delle loro conseguenze
  • “negozia” un piano d'azione, facendosene “testimone”

Riguardo al metodo, invece, nell’ultimo step il mentor:

  • monitora i progressi e valuta i risultati
  • sollecita e incoraggia il mentee ad acquisire nuovi punti di vista 
  • aiuta il mentee nelle decisioni e nella risoluzione dei problemi
  • aiuta il mentee a strutturare un piano d'azione efficace

La qualità delle attività del terzo step del 3 stage model è fortemente legata a un corretto svolgimento dei primi due.

Il rischio, in questa ultima fase, è di cedere alla tentazione, piuttosto allettante, di precipitarsi all'azione, soprattutto quando si avverte una forte pressione sul mentee da parte dell’organizzazione sulle sue performance a lavoro.

Nella maggior parte dei casi la fase 3 è piuttosto breve (1 o 2 incontri) ma può accadere, nel caso in cui il mentoring riguardi questioni comportamentali o attitudinali complesse, che richieda anche settimane o mesi per arrivare a un piano d’azione efficace, condiviso e sostenibile.

In generale il mentoring consente e richiede tempi piuttosto diluiti, per poter lavorare bene è necessario prendersi un po' di tempo.